Imparare l’attitudine positiva

Quali sono le chiavi per una personalità positiva?

Una personalità positiva può avere un impatto molto importante. Il cibo è la base di una personalità positiva: mangiare sano e fresco è il modo migliore per avere più energia, essere più sano, dormire meglio ed essere resistenti alle malattie. Allo stesso modo, una buona dieta psicologica influenza fortemente il nostro carattere e personalità, avendo un impatto su tutto ciò che ci accade.

Nutrire la mente con concetti positivi, informazioni interessanti, conversazioni con persone che hanno molto da insegnarci, sono un aiuto concreto per costruire la nostra personalità a sentirci meglio con noi stessi, darci fiducia e curiosità. Circondarsi di positività è il modo migliore per influenzarci ad essere positivi a nostra volta, e a prendere il controllo della nostra mente, inducendo la trasformazione verso la miglior versione che possiamo essere.

Schermata 2018 12 08 alle 12.05.41 - Imparare l'attitudine positiva

E ‘importante capire che la forma mentale è come la forma fisica: è attraverso l’allenamento che si sviluppa un livello migliore, diventando più fiducioso e positivo.

Ecco le 6 chiavi per diventare una persona positiva:

Parla positivo

Controllare il dialogo mentale che avviene dentro di noi è il primo grande passo verso la positività. Significa semplicemente influenzare i nostri pensieri prima che negatività si impadronisca di noi. Osserva i tuoi pensieri, e quando ti sorprendi a sminuirti, a dirti che non farai nulla, o immaginare che le cose stiano andando male, fermati subito. Al contrario, spingiti a pensare in modo positivo, anche se all’inizio è uno sforzo. Ripeti pensieri positivi e orientati nel presente “Sono felice”, “Ho successo”, “Sono forte e sano”. E anche se sfortunatamente molte persone considerano questi esercizi stupidi o inutili, la psicologia dice che il modo in cui parliamo a noi stessi durante il giorno è all’origine della metà delle nostre emozioni.

Il flusso dei nostri pensieri, che è poi trasformato in emozioni, è ovviamente involontario. Tuttavia, prendere l’abitudine di correggere i pensieri negativi sostituendoli con buoni pensieri, cambierà gradualmente questo flusso, che diventerà positivo sempre più naturalmente. Pochissime persone hanno la capacità di mantenere le loro menti vuote. Il che significa che la tua mente è costantemente occupata e se non la riempi di positivo, questo spazio si riempirà molto facilmente di ansia, stress e negatività. Immagina la tua mente come un giardino: se non pianti fiori e non ne prendi cura, saranno le erbacce che cominceranno a crescere ovunque.

Vedi positivo

La seconda chiave è la visualizzazione positiva. Visualizzare i tuoi obiettivi e vederli come già realizzati è una vera virtù, ma la buona notizia è che si può imparare. Fai attenzione, non confondere questo concetto con l’immaginazione, l’obiettivo non è dire “Sogno di essere felice” e solo immaginare di essere felice in generale. È un vero esercizio creativo, cioè la visualizzazione dovrebbe essere quasi concreta come la realtà. Vai oltre a immaginare di essere felice: chiediti di cosa hai bisogno esattamente per essere felice e visualizza questi concetti ancora e ancora. All’inizio, lo troverai più difficile perché hai paure, ansie e vivi in ​​uno stato mentale negativo. Avrai difficoltà a vedere i fiori se il giardino è pieno di erba. Ma visualizzare i tuoi obiettivi ogni giorno è un’abilità che deve necessariamente essere sviluppata per avere una mentalità positiva. Crea un’immagine netta ed eccitante della tua vita e dei tuoi obiettivi e guarda quella foto nella tua mente il più spesso possibile. Qualsiasi miglioramento nella tua vita dipende dal perfezionamento dell’immagine che hai dentro di te. Non si tratta di vivere in un’illusione: si tratta di rendere reali i propri obiettivi, anche quando non lo sono ancora esternamente. Goditi il ​​fatto che sei l’unico designer di questa immagine!

Circondati di persone positive

Lo stato mentale delle persone intorno a noi ha un’influenza molto più forte di quanto si possa immaginare. I dialoghi con persone che vivono e lavorano con noi hanno un forte impatto sul nostro dialogo interiore e sulla nostra immagine mentale. Questo rende le persone capaci di influenzare la nostra positività e il nostro successo. Quindi cerca il più possibile di circondarti di persone positive, che credono in quello che fanno e parlano ottimisticamente. Evitare le persone negative significa uscire dal circolo scarsa visualizzazione – angoscia – cattivi risultati, che si ripete all’infinito intorno a te e influenza il tuo stesso successo. Inoltre, se cerchi di essere positivo con – e accanto – le persone negative, queste tenderanno a distruggere la tua positività, inconsciamente e coscientemente, non c’è dubbio.

Buon cibo mentale

Proprio come il nostro corpo è più sano quando consumiamo cibo sano, la nostra mente sta meglio quando è ben nutrita. Leggere libri, articoli, nutrirci di informazioni positive, ascoltare audio motivazionali, guardare video di persone che ci ispirano, ci farà sentire più fiduciosi e positivi a nostra volta. Questi messaggi positivi influenzano la nostra capacità di un buon dialogo interiore e una buona visualizzazione. Inoltre, ricevere informazioni positive riguardo agli argomenti che ci affascinano ci renderà più competenti allo stesso tempo, facendoci sentire più sicuri di noi stessi. Quindi guarda video educativi su qualsiasi tipo di argomento, e in particolare sugli ambiti che ti appassionano e in cui vorresti migliorare. Nutrire la propria conoscenza è sempre un modo efficace per sentirsi meglio e più interessante. Ciò è fisiologico perché ogni volta che impari qualcosa di nuovo, che ritieni interessante e utile per migliorare la tua vita, il tuo cervello rilascia endorfine. È la naturale “droga della felicità”, che ti fa sentire più eccitato e sicuro del tuo cambiamento prima ancora di mettere in pratica la tua idea.

Abitudini fisiche positive

Prendere cura del proprio corpo è essenziale per una vita positiva. Mangiare bene, fare esercizio fisico e riposare sono i tre pilastri che influenzano fortemente il tuo pensiero verso una direzione positiva o negativa. Una dieta sana avrà un effetto immediato sulla tua forma fisica e quindi sulla tua positività. 30 minuti di attività fisica al giorno ti aiuteranno a sentirti più felice e sano, rilasciando la pressione per far spazio mentale ai tuoi pensieri positivi. Se pensi di non fare esercizio fisico perché sei troppo stanco, sappi che il tuo livello di stress e stanchezza sarà più forte se rimani tutto il giorno sul divano, piuttosto che se ti sforzi a fare un po ‘di esercizio. Muoversi aiuta il rilassamento e riduce notevolmente lo stress! Le cattive abitudini e la mancanza di attività fisica sono spesso alla base di questa fatica, e questi blocchi mentali possono impedirci di pensare in modo positivo. Cerca di bilanciare la tua vita, creando una quotidianità in cui buona alimentazione, movimento e riposo hanno il loro posto.

Aspettative positive

L’ultimo punto chiave di questa piccola lista per diventare più positivi è avere aspettative positive. Questa è una delle tecniche più potenti per diventare una persona positiva, ottenere migliori risultati e raggiungere una miglior situazione finanziaria. Aspettarsi buoni risultati con sicurezza aiuta a impostare comportamenti inconsci, che renderanno più facile il raggiungimento di questi risultati. Si tratta del principio dell’auto-condizionamento.

Pensi che potresti essere più propenso a raggiungere il tuo obiettivo se ci credi e sei fiducioso, o meglio se dici che non accadrà mai?

Puoi scegliere le tue aspettative, allora aspettati il ​​meglio. 😉

5 motivi per bere più acqua: sentirsi meglio non è mai stato così facile!

L’acqua costituisce il 70% del nostro corpo. Questo elemento ci mantiene letteralmente in vita, permettendo al nostro corpo di soddisfare tutte le sue esigenze. Permette ai nostri organi di funzionare correttamente, regola il volume del sangue, il trasporto e l’assorbimento dei nutrienti, ci permette di eliminare gli scarti e regolare la nostra temperatura.

È ovvio e riconosciuto che non possiamo sopravvivere a lungo senza bere. Dobbiamo immaginare che per garantire le nostre funzioni vitali, il nostro corpo perde circa 2 litri di acqua al giorno (di più se si fa attività fisica!).

Sareste sorpresi se vi dicessi che molte persone sono felici di bere uno o due bicchieri d’acqua al giorno? Potrebbe essere il tuo caso. Era il mio alcuni anni fa. Non avevo mai sete, quindi molto spesso arrivavo fine giornata, rendendomi conto di non aver bevuto una goccia d’acqua dalle 7 del mattino. Ciò annientava la mia energia e mi causava dei dolori muscolari, ma non mi rendevo conto che fosse dovuto a una mancanza di idratazione.

Naturalmente, il nostro assorbimento d’acqua non si limita a ciò che beviamo, perché il cibo che consumiamo ne contiene. Ma non possiamo davvero dire che l’acqua assorbita tramite gli alimenti faccia un’enorme differenza, a meno che non mangiamo cibo con un tasso di acqua molto alto: il cetriolo vince l’Oscar con una composizione d’acqua vicina al 97%! Fondamentalmente, quando mangi un cetriolo, stai bevendo 😉 .

Ecco 5 benefici che sperimenterai attraverso una migliore idratazione.
Mi hanno convinto a passare da 2 bicchieri a 3 litri di acqua al giorno, aumentando la mia energia e dandomi una condizione fisica molto migliore (è infatti consigliato di bere 2 o 3 litri di acqua al giorno, secondo se sei una donna o un uomo e l’attività fisica che svolgi).

1) Pensare meglio
L’acqua consente al cervello di ricevere l’idratazione e l’ossigeno di cui ha bisogno (il cervello è composto per quasi l’85% di acqua!). In una giornata faticosa, il semplice fatto di bere qualche bicchiere d’acqua può sollevarti e dare al tuo cervello ciò di cui ha bisogno per essere attivo, permettendoti di rimanere concentrato.

2) Digerire meglio
Una corretta idratazione aiuta a bilanciare il pH dello stomaco. Ciò migliora la digestione, dando un beneficio diretto al tuo metabolismo e facendoti sentire più leggero. Per aumentare la digestione, bevi acqua tiepida durante e dopo un pasto!

3) Migliore invecchiamento
Dal momento che le nostre cellule epidermiche hanno bisogno di una buona idratazione per garantire la loro elasticità, l’acqua assorbita si tradurrà in una migliore tonalità della pelle, che ti darà un aspetto più giovane.

4) Perdere peso
Bere un bicchiere d’acqua tiepida con succo di limone al risveglio aiuterà il tuo corpo ad abbattere il tessuto adiposo (cioè il grasso). Accompagnato da uno stile di vita attivo, questo semplice gesto renderà più facile la perdita di peso.

5) Fare il pieno di energia
La disidratazione è una causa molto comune di affaticamento e mancanza di energia. Infatti, in situazione di “crisi” (perché il tuo corpo non ha abbastanza acqua!), gli organi lavorano al rallentatore. Bere la giusta quantità di acqua su base giornaliera assicurerà una migliore circolazione del sangue e allevierà gli sforzi del tuo corpo consentendo ai tuoi organi vitali di funzionare in modo più efficiente, fornendo al tuo metabolismo un maggiore equilibrio.
Inutile dire che la tua energia aumenterà 😉 .

In breve, è davvero possibile migliorare il proprio stato fisico, oltre che mentale, attraverso una piccola abitudine quotidiana. E’ semplice come bere un bicchiere d’acqua !

Credimi, sentirai la differenza 😉

7 passi per affrontare le paure

 La paura è un’emozione naturale che ci permette di essere in allerta in caso di pericolo, indicando che abbiamo bisogno di investire energie per superare ciò che ci spaventa. Sappi che è perfettamente normale avere paura, è ciò che ti tiene in vita, una funzione comportamentale innata di cui hai bisogno per sopravvivere. La paura è quindi necessaria, e lo scopo di questo articolo non è affatto di sopprimere il sentimento di paura dalle proprie emozioni. 

Schermata 2018 12 01 alle 15.30.09 300x181 - 7 passi per affrontare le paure

Tuttavia, oggi, siamo tutti paralizzati da questa paura che troppo spesso ci paralizza e ci impedisce di andare avanti. La maggior parte delle persone tende a fare il possibile per ignorare le proprie paure, zittirle e cercare di vivere come se non esistessero. La cosa da fare, tuttavia, è guardare la paura “dritta negli occhi”, osservarla, cercare di comprenderla e soprattutto lasciarla al suo posto. Perché in realtà, il problema è che più cerchi di ignorare la tua paura, più cresce e più ti schiaccia. È fondamentale imparare ad andare avanti e non rimanere paralizzato. So che è molto difficile sapere come approcciare ciò che ci terrorizza, quindi per aiutarti, ti suggerisco diverse tappe che potrai seguire a tuo ritmo, per iniziare un viaggio sulla via del coraggio che è già in te 😉 

1- Riconoscere quando la paura diventa un ostacolo nella vita di tutti i giorni.

Quando inizia a prendere il controllo della tua vita, quando influenza il tuo modo di lavorare e blocca la tua realizzazione personale, allora la paura diventa un problema che devi prendere per le corna. A volte può essere così potente da causare un dolore che interferisce talmente con la tua vita, che inizi ad essere ansioso e nervoso. È importante che inizi a capire quando, nella vita di tutti i giorni, una paura è così grande che ti ostacola. La tua paura ti impedisce di essere felice? Ti priva di ciò che ti permetterebbe di andare avanti? Avere paura ti impedisce di essere te stesso? Eviti certe situazioni o certi luoghi? Preferisci complicarti la vita piuttosto che affrontare una situazione? Sei mai così spaventato che speri di sparire in una tana di topo e diventare invisibile? Se hai risposto si ad almeno una di queste domande, è perché sei probabilmente abitato da una paura che ti sta rodendo e danneggiando il tuo benessere.

2- Domare le paure

Invece di mettere tutta la tua energia nella costante fuga della tua paura, prova ad invitarla a casa tua, e siediti con lei faccia a faccia. Questo è il primo passo da compiere, è molto importante perché rappresenta il tuo primo passo nel percorso di accettazione delle tue emozioni. Riconoscere che si ha paura toglie già una parte del potere che la paura ha su di noi. Perché il fatto è che è qui, la paura. A volte sonnecchia, a volte si muove, a volte urla. Devi domarla e avvicinartici, in modo da osservarla, comprenderla e imparare come agire per dominarla e non lasciarla rovinarti la vita. Se hai paura della folla, fai qualche passo fuori. Se hai paura di nuotare, siediti vicino al mare, al lago o al fiume. Se i ragni ti terrorizzano, quando ne vedi uno, tieni le distanze ma guardalo, respira e osserva quanto è innocuo per te. Quando l’oggetto della tua paura irrompe nella tua giornata, aspetta prima di scappare, guarda ciò che fa paura, analizza le tue emozioni e usa la respirazione per calmati, riprendi il controllo.

3- Impara a riconoscere i sintomi della paura per canalizzarla meglio

Inizia imparando a riconoscere i sintomi della paura. Si manifesta molto spesso sotto forma di paure irrazionali come le fobie, causando angosce forti in diverse situazioni (volare, essere circondati da una folla, parlare di fronte a un pubblico) o anche riguardo ad animali per esempio (paura dei rettili o dei ragni). Ma la paura non è necessariamente correlata a una fobia, che è un caso molto forte di terrore mirato a un particolare elemento. Anche se non sei fobico riguardo a una situazione, ciò non ti impedisce di essere spaventato e di provare diversi tipi di reazioni a riguardo. Queste diverse reazioni possono essere:

Emotive: senti il ​​panico che sale in te, all’improvviso l’angoscia ti assale e ti senti impotente di fronte a questa paura travolgente

Fisiologiche: potresti avere problemi di respirazione, vertigini o nausea, potresti anche sudare eccessivamente o percepire una netta accelerazione della frequenza cardiaca

Psicologiche: senti l’urgente bisogno di scappare, o accade di vivere una sensazione di distacco e apatia talmente la paura è paralizzante, o di avere l’impressione di morire


In futuro, quando senti queste reazioni arrivare con la paura, puoi concentrarti su di essa per imparare come controllarla e per riprendere possesso di te stesso.

4- La paura viene spesso dalla nostra gioventù

Quando vogliamo capire le nostre paure, è importante sapere che di solito hanno origine nella nostra gioventù. È infatti possibile che durante la tua infanzia ti sei trovato di fronte a una situazione particolare che ti ha scioccato, creando in te una paura che si è assestata sempre più nel tempo, senza che fosse necessariamente legata all’oggetto della tua paura.

Per spiegare questa idea, ecco un esempio: sei un bambino di sei anni e stai giocando nel tuo giardino. Durante il gioco, si nota in lontananza qualcosa che si muove, un serpente striscia infatti tra le piante, dirigendosi verso un cespuglio. Tuttavia, nello stesso momento in cui stai osservando questo serpente, che in quel momento non ti spaventa, senti un suono violento e molto forte che ti fa paura (una persona che grida, una macchina che frena improvvisamente, un oggetto pesante che cade). La psicologia della paura dice che, in questo momento, hai creato una connessione tra il suono che ti ha spaventato e l’animale che stavi guardando quando è successo. Ora, adulto, sei spaventato dai serpenti e puoi persino sviluppare una fobia, mentre ciò che inizialmente ti ha spaventato è il suono improvviso e non l’animale in questione . Ecco come le paure possono spesso svilupparsi indirettamente, poiché il bambino è un giovane individuo alla scoperta del mondo, è molto sensibile a tutto ciò che lo circonda e fa facilmente associazioni tra ciò che accade e ciò che percepisce in quel momento. Ma naturalmente è anche comune avere paura di una situazione, una persona o un animale che ci ha realmente terrorizzato o ferito. 

Quindi, in generale, è importante che ripensi agli eventi traumatici che potresti aver vissuto in passato.

5- Attenzione alle proiezioni

Il grande problema della paura è che è presente in noi anche se l’oggetto concreto della nostra paura non è presente. Siamo davvero “spaventati in anticipo”, ci paralizziamo a causa di qualcosa che ancora non esiste ma che temiamo fortemente. Se inoltre hai una buona immaginazione, pensa che livello la paura può raggiungere, moltiplicando le tue ansie all’infinito e impedendoti di fare qualsiasi cosa. Ecco perché è importante, invece di gettarsi nell’oggetto della tua paura, concentrarsi sul presente respirando con calma. Quando senti che la tua mente parte in tutte le direzioni e l’ansia aumenta, parla a te stesso e chiediti di calmarti, renditi conto che tutto questo stress è creato solo da te, o parla con la tua paura come faresti con un amico che a volte ti pesa dicendo: “Molto bene, so che esisti, non cerco di negare la tua esistenza. Comunque non hai il controllo su di me, e in questo momento non ho bisogno di te “. Non lasciare che l’immaginazione aumenti le tue paure, concentrati sulla tua respirazione in quel momento e torna nel mondo reale.

6- Piccoli atti di coraggio

Quando si parla di affrontare le sue paure e di non fuggire di fronte ad esse, non è una questione di gettarsi dentro di sé, dove si trovano queste paure che ci terrorizzano. Non sto parlando di cambiare di colpo, per imparare a controllare le paure e superarle, ci vuole tempo. Non ci sono persone che sono meglio di altre per superare le paure, non è una gara a chi fa meglio, non esiste un periodo di tempo “adatto” per superare ciò che ci spaventa. Ognuno avanza passo dopo passo, secondo il suo ritmo e le sue capacità personali. Devi fare un primo passo sulla via del coraggio, e gradualmente farne un secondo, poi un terzo e così via. Si tratta di piccoli atti regolari che ti aiuteranno a superare le tue paure. Come un muro è costituito da molte pietre, il tuo coraggio di fronte alla paura viene costruito gradualmente e al ritmo che più ti aggrada. Lanciarti piccole sfide è il modo migliore per avanzare e realizzare che la paura non ha potere, e che hai tutta la forza necessaria per diventare padrone della tua vita.

7- Il potere della visualizzazione positiva

Un altro metodo psicologicamente potente per aiutarti a superare le paure è la visualizzazione positiva. Chiudi gli occhi e siediti comodamente. Immagina di sentirti sicuro, forte e libero dalla paura. Hai il controllo, non sei soggetto alle tue ansie e nulla ti raggiunge. Visualizza la tua energia. Ti senti più forte di qualsiasi cosa, e pensi che non hai nulla da temere e che qualsiasi cosa accada, la paura non ti controllerà più. Può sembrare ridicolo, ed è molto difficile parlare in questo modo, con così tanto equilibrio e positività. Tuttavia, questo è un esercizio eccellente che gli psicologi propongono, perché funziona molto bene e aiuta a ricondizionare la mente. Se, chiudendo gli occhi, puoi prendere il controllo della situazione, è perché sei in grado di farlo nella vita reale. Prova a fare questo esercizio una volta al giorno per 2 minuti all’inizio, poi puoi aumentare a 5 minuti, ad esempio.


Sii paziente e indulgente con te stesso, fidati di te e sii il gladiatore della tua vita! Il percorso per superare le paure può sembrare laborioso, ma quando hai fatto il primo passo, hai già vinto! 🙂